Dott. Domenico De Fazio :: Interventi :: Corpo :: Lifting glutei (natiche): sollevamento del fondoschiena

Lifting glutei

chirurgia_estetica_gluteoplastica.jpglI lifting dei glutei mediante l’utilizzo dei fili di sospensione è una tecnica innovativa che consente il sollevamento dei glutei ed una maggior proiezione dei glutei piatti e con scarsa tonicità cutanea e muscolare.

ANESTESIA:
locale
DURATA INTEREVENTO:
45 minuti
DEGENZA:
no
RITORNO AL SOCIALE:
immediato


L'intervento

Il lifting dei glutei si esegue in sala operatoria ed in anestesia locale. L’intervento avviene mediante una minima incisione a livello laterale del gluteo, a circa 10-12 cm. dall’inizio del solco intergluteo, facendo poi passare intorno al gluteo stesso un ago ricurvo con un particolare filo di sutura molto resistente e leggermente elastico, che si ricongiunge al punto di partenza mediante un piccolo nodo. L’effetto è immediato e il risultato che si ottiene è davvero ottimo: non lascia cicatrici, non occorrono bendaggi, non viene rimossa la cute.

Preparazione pre operatoria

Si consiglia di non assumere aspirina o altri farmaci che la contengono per due settimane prima dell'intervento e due settimane dopo: l'aspirina può causare sanguinamento e quindi dare luogo a complicanze.
Si consiglia di eliminare il fumo per almeno 2 settimane prima dell'intervento. Alcuni studi hanno dimostrato che l'incidenza delle complicanze è 10 volte superiore nei pazienti fumatori che non in quelli che non fumano. Se il fumo viene eliminato per 10 giorni o più prima dell' operazione, l'incidenza delle complicanze è pari a quella dei non fumatori.
Alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali si consiglia di interrompere l'assunzione di tali farmaci un mese prima dell'intervento.

Dopo l'intervento

La paziente viene dimessa il giorno stesso e potrà camminare normalmente.

Possibili complicanze

Le complicanze legate all'intervento sono modeste.
Infezione. Essa può essere considerata la complicanza più frequente e può svilupparsi nel periodo postoperatorio. Tale complicanza è agevolmente trattabile con la comune terapia antibiotica.
Asimmetrie. Il residuare di eventuali asimmetrie potrà richiedere dopo 3 mesi dall'intervento un ritocco in anestesia locale, nel qual caso è consuetudine che il chirurgo non applichi alcun tipo di parcella.

Ritorno al sociale

Una ripresa dell'attività fisica moderata potrà avvenire dal primo giorno post-operatorio. Nei primi quindici giorni dopo l'intervento sarà comunque consigliabile il riposo per evitare indebite trazioni sulle zone trattate. Successivamente la completa attività fisica potrà essere ripresa gradualmente.
La guida dell'automobile potrà essere consentita dopo 1 giorno e così l'attività sessuale (entro limiti ragionevoli).
Potranno essere riprese le attività sportive dopo 4 settimane a seconda dell'intensità dello sforzo.

Photogallery intervento